Decreto Cingolani, ecco le nuove regole sui consumi energetici

Firmato il decreto per limitare i consumi, riscaldamenti accesi 15 giorni in meno e temperatura più bassa. Il ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, ha firmato il decreto che definisce i nuovi limiti temporali di esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale e la riduzione di un grado dei valori massimi delle temperature degli ambienti riscaldati, da applicare per la prossima stagione invernale come previsto dal Piano di riduzione dei consumi di gas naturale. Il periodo di accensione degli impianti è ridotto di un’ora al giorno e il periodo di funzionamento della stagione invernale 2022-2023 è accorciato di 15 giorni, posticipando di 8 giorni la data di inizio e anticipando di 7 la data di fine esercizio.

Data di pubblicazione:
20 Ottobre 2022
Decreto Cingolani, ecco le nuove regole sui consumi energetici

Decreto Cingolani, ecco in breve le nuove regole sui consumi energetici

Il periodo di accensione degli impianti è ridotto di un’ora al giorno e il periodo di funzionamento della stagione invernale 2022-2023 è accorciato di 15 giorni, posticipando di 8 giorni la data di inizio e anticipando di 7 la data di fine esercizio.

1. Durante il periodo di funzionamento nella stagione invernale 2022-2023 i limiti temporali di  esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale, rispetto a quanto  previsto dal comma 2 dell’articolo 4 del DPR n.74/2013, sono ridotti di 15 giorni per quanto  attiene il periodo di accensione e di 1 ora per quanto attiene la durata giornaliera di accensione.

2. La riduzione del periodo di accensione di cui al comma 1 è attuata posticipando di 8 giorni la  data di inizio e anticipando di 7 giorni la data di fine esercizio, in relazione alle date previste per  le diverse zone climatiche. Pertanto, l’esercizio degli impianti termici indicati al comma 1 è  consentito con i seguenti limiti:

1) Zona A: ore 5 giornaliere dal 8 dicembre al 7 marzo;

2) Zona B: ore 7 giornaliere dal 8 dicembre al 23 marzo;

3) Zona C: ore 9 giornaliere dal 22 novembre al 23 marzo;

4) Zona D: ore 11 giornaliere dal 8 novembre al 7 aprile;

5) Zona E: ore 13 giornaliere dal 22 ottobre al 7 aprile;

6) Zona F: nessuna limitazione.

Nel nostro comune gli impianti potranno essere quindi accesi a partire dal 22 di Ottobre e si spegneranno il 7 Aprile.

4. Le disposizioni di cui sopra non si applicano:

a) agli edifici adibiti a ospedali, cliniche o case di cura e assimilabili ivi compresi quelli  adibiti a ricovero o cura di minori o anziani, nonché alle strutture protette per l’assistenza  ed il recupero dei tossico-dipendenti e di altri soggetti affidati a servizi sociali pubblici;

b) alle sedi delle rappresentanze diplomatiche e di organizzazioni internazionali, che non  siano ubicate in stabili condominiali;

c) agli edifici adibiti a scuole materne e asili nido;

d) agli edifici adibiti a piscine, saune e assimilabili;

e) agli edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali e assimilabili, nei casi in cui ostino  esigenze tecnologiche o di produzione.

 

Di seguito in allegato il Decreto integrale.

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 26 Ottobre 2022