Finanziamenti per interventi di demolizione di opere incongrue o di elementi di degrado e ripristino del suolo naturale e seminaturale. L.R. 14/2017 "Disposizioni per il contenimento del consumo di suolo" Anno 2022

Di seguito le indicazioni operative e i link utili per poter accedere ai finanziamenti.

Data di pubblicazione:
07 Maggio 2022
Immagine non trovata

La Giunta regionale, con propria deliberazione n. 447 del 19 aprile 2022, ha approvato due bandi per il finanziamento di interventi di riqualificazione edilizia e ambientale attraverso la demolizione di opere incongrue, di elementi di degrado e di manufatti ricadenti in aree a pericolosità idraulica e geologica o nelle fasce di rispetto stradale e la conseguente rinaturalizzazione del suolo.

 

Ai finanziamenti potranno accedere i Comuni, gli enti pubblici, gli organismi di diritto pubblico ed associazioni, singolarmente o in forma associata, nonché soggetti privati per interventi per i quali il Comune competente abbia accertato l’interesse pubblico e prioritario alla demolizione.

 

I soggetti dovranno presentare ai Comuni, nel cui territorio ricade l’opera incongrua, la domanda di ammissione al finanziamento corredata dal progetto dell’intervento, al fine della valutazione dell’interesse pubblico. Per gli interventi da attuarsi direttamente dai Comuni, gli enti dovranno provvedere a redigere il progetto con i contenuti previsti dal bando e dovranno dichiarare l’interesse pubblico con deliberazione dell’organo competente.

 

Si informa che i suddetti bandi sono stati pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto

n. 57 del 3 maggio 2022, data da cui decorrono i termini per la presentazione delle istanze.

 

Le domande di ammissione a finanziamento da parte di soggetti privati dovranno pertanto essere inviate ai Comuni dove è ubicata l’opera incongrua, complete della documentazione prevista, entro il termine perentorio di 60 giorni dalla data di pubblicazione del Bando sul BUR.

I Comuni che hanno ricevuto domande di ammissione a finanziamento da parte di soggetti privati entro il suddetto termine, nonché le proprie istanze, accertato l’interesse pubblico e prioritario degli interventi proposti, le trasmettono alla Regione, pena l’esclusione, entro i 30 giorni successivi alla data di scadenza di presentazione delle istanze, corredate del provvedimento di accertamento dell’interesse pubblico e prioritario alla demolizione.

 

Per maggiori informazioni si invita a consultare il sito istituzionale www.regione.veneto.it alla sezione “Bandi, Avvisi e Concorsi” [https://bandi.regione.veneto.it/], o alla specifica pagina del portale regionale [www.regione.veneto.it/web/ambiente-e-territorio/bando-demolizioni] o telefonando alla Regione del Veneto

Con l’occasione si segnala l’avviso pubblico [https://fondodemolizioni.mit.gov.it/] del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili per l’accesso al Fondo per la demolizione delle opere abusive di cui alla legge n. 205/2017, art. 1, comma 26.

 

 

 

Ultimo aggiornamento

Sabato 07 Maggio 2022