Municipio di Crespino

Il Municipio di Crespino è un edificio in stile Barocco costruito in soli 450 giorni, verso la fine del 1700. Al suo interno ospita tesori artistici come la Sala Consigliare, l'ufficio del Sindaco e l'archivio comunale con documenti a partire dal 1805.

Immagine non trovata

Le origini dell'attuale municipio

L'incremento demografico post Unità d'Italia, costrinse l'allora Giunta Comunale guidata dal sindaco Conte Sarti Savonarola, a costruire un nuovo edificio comunale. Al bando per la realizzazione del nuovo municipio parteciparono ben 12 progettisti nella quale vinse l'ingegnere Consiglio Fano di Venezia. La Giunta dell'epoca riuscì soltanto a comprare il terreno, sulla quale costruire l'edificio, che precedentemente apparteneva alla Chiesa e solamente la Giunta successiva capeggiata da Gaetano Gardellini riuscì a realizzare l'incredibile opera architettonica. Il cantiere iniziò esattamente il 1 marzo del 1877 e i lavori furono ultimati il 30 luglio 1878. L'inaugurazione avvenne il 15 settembre del 1878, giorno in cui venne inaugurata anche Piazza Fetonte, precedentemente nominata Piazza della Croce. La struttura comunale lunga ben 82 metri, è formata da un porticato di archi a tutto sesto. Al centro dell'edificio si trova l'ingresso, con un'ampia hall che conduce agli uffici comunali. di notevole impatto, appena si entra, è la scala monumentale che permette di accedere al primo piano dove sono ubicati alcuni uffici tra cui quello del Sindaco,  la Sala Consigliare e l'archivio comunale.

Lo splendore delle stanze in stile Barocco

La Sala Consigliare è dotata di un loggiato decorato in stile  barocco come il resto dell'edificio, una serie di lampadari in vetro di Murano e un tavolo in ebano del 1700 a forma di ferro di cavallo. L'archivio comunale, invece, ospita manoscritti a partire dal 1805 in quanto il 20 ottobre del 1805 avvenne l'Insurrezzione Napoleonica e quasi tutti i documenti furono distrutti. L'ufficio del Sindaco, sempre in stile barocco, è ricoperto di affreschi settecenteschi. Ad armonizzare il tutto, troviamo armadi in ebano e poltrone ottocentesche. Il municipio di Crespino oltre ad essere la sede amministrativa del paese, ospita il Museo delle Acque e il Museo dei Bersaglieri.